Pizzeria di Capo Mulini

La cottura nel forno a legna

Sono i dettagli a fare la differenza, per questo, a monte dell’attività, vengono fatte scelte precise che hanno consentito alla pizzeria di Capo Mulini (Acireale) di innalzare il livello qualitativo della proposta. Si pensi alla pizza, cotta nel forno a legna e non per caso, in quanto, in questo modo, si assicura una cottura omogenea, andando a migliorare anche il sapore della pizza stessa. Lo sa bene il pizzaiolo del locale, un vero professionista del settore, in grado di preparare tante pizze in una sola serata, garantendo una continuità di servizio che il cliente certamente apprezza. Nella pizzeria di Capo Mulini (Acireale), infatti, si lavora anche sulla velocità, evitando al cliente delle lunghe e inutili attese. Questo non dipende soltanto dal personale di sala, ma anche dalla rapidità della cucina, compresa quella di chi è chiamato a preparare delle pizze che siano buone ma anche pronte in men che non si dica. 


Il “reparto” pizzeria (aperto soltanto la sera, mentre il ristorante delizia i presenti anche a pranzo con le sue specialità di pesce) propone ogni giorno gustose e fragranti pizze dall'inconfondibile sapore dato dalla cottura del forno a legna. Gli ingredienti sempre freschi e la lievitazione naturale dell'impasto rendono la pizza una delle più buone della zona, tenendo alto il nome del locale. Si può scegliere tra tante varianti. La pizza è infatti un alimento versatile, che può essere guarnito a seconda delle proprie preferenze. Si va dalle pizze più classiche a quelle originali. Il cliente può infatti personalizzare il tutto attraverso gli ingredienti che predilige. La pizza rappresenta un elemento cardine della cucina italiana, probabilmente l’elemento identificativo di un’intera tradizione gastronomica. È un piatto apprezzato tanto in Italia quanto all’estero, il simbolo dell’estro di un Paese che ha saputo imporsi a livello mondiale grazie alle le sue potenzialità in ambito culinario. Inoltre, la pizza è un alimento sano, buono, completo, come ricordano anche i nutrizionisti.